Wimbledon, il prezzo della tradizione

Un intero sabato di pioggia ha paralizzato il torneo di Wimbledon, fermo al terzo turno sia nel torneo singolare maschile che in quello femminile. Ciò nonostante, gli organizzatori non hanno voluto tradire una tradizione ultrasecolare (infranta in rarissime occasioni) che prevede che nella “middle Sunday”, nella domenica di mezzo di Wimbledon, si osservi un turno di riposo.  

Per molti, come ad esempio il giornalista Ubaldo Scanagatta, si tratta di una ingiustizia per i giocatori che poi saranno costretti ad un tour de force per recuperare il tempo perduto. Nel sabato di Giove Pluvio sei singolari femminili e otto maschili non si sono disputati come previsto.  Tuttavia due pretendenti al titolo come Amelie Mauresmo e Maria Sharapova, sono riuscite a concludere le rispettive partite accendendo agevolmente al quarto turno. Per le sfortunate che non ce l’hanno fatta, invece, si prospetta una settimana particolarmente intensa.  

Infatti chi avrà l’abilità di andare avanti nel torneo rischia di arrivare in semifinale senza un giorno di riposo perché il terzo turno si disputerà lunedì, gli ottavi martedì, i quarti di finale mercoledì, le semifinali giovedì senza più un giorno di riposo. Tutto questo, ovviamente, tempo permettendo. Perché se dovesse piovere per un’altra giornata, allora salterebbero tutti gli schemi e chi arriverà in finale (sabato per le donne, domenica per gli uomini) avrà ancora meno giorni di riposo.  Allora ecco che gli estimatori del tetto sul campo centrale esultano alla notizia che dal prosismo anno anche il tempio del tennis si adeguerà alle tecnologie già in voga in Australia e negli Usa, che in caso di condizioni meteorologiche proibitive coprono il campo con un tetto che garantisce la continuità del torneo.

Il tetto non risolverà tutti i problemi perché sarà costruito solo sul mitico campo centrale.  Ma sarà comunque un’altra spallata a quella tradizione, a quei riti che risalgono all’epoca dei “gesti bianchi” narrati del memorabile libro di Gianni Clerici, che tanta suggestione e fascino suscitano in me, che pure non ho vissuto quell’epoca.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Wimbledon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...